venerdì 22 aprile 2011

Cult vintage,Total denim e un zebbra a pois!!!

Torna la voglia del passato,abiti,accessori e oggetti vintage sono un modo di interpretare la moda di oggi...dagli scaldamuscoli ai leggins  anni '80 ai pantaloni a palazzo anni '70 a trench e vestitini anni '60; ecco qualche consiglio utile per i nostalgici del fashion di ieri!!!
Scarpe di tutte le forme e borse di ogni periodo,cappelli,occhiali di mille dimensioni,stoffe di infinite sfumature;Il Next Vintage,che si tiene due volte all'anno al castello Belgioioso di Pavia, propone il meglio per la stagione in corso. Una scintillante galleria di pezzi che hanno fatto la storia della moda e ora possono essere finalamente ammirati passeggiando tra i vari stand come se si percorresse la storia a ritroso.Sbaglia chi crede che vintage sia solo sinonimo di usato,il termine che all'inizio denotava il pregio,è ormai da qualche decennio esteso a capi e accessoriintorno dai quali si percepisce un fascino dato sia dalla qualità,in molti casi superiore a quella della media,sia per il fatto sono testimoni di epoche che,seppur passate, per i corsi e i ricorsi della moda sono e restano ancora vivissime.
Vintage non è solo vestiti ma anche gioielli e bigioux  e in un guardaroba che si rispetti non possono certo mancare borse e valige,cosi dalle mura del castello di Belgioioso siamo pronti a pratire per un un viaggio che tocca tutti i continenti,ovviamente con gli accessori adatti







 Tra le tendenze primavera-estate non potevano mancare i pois...mini o macro,colorati e non,tono su tono i pois si propongono come must della stagione per donare brio e un tocco frizzante anche ai look più formali. Tanto amati negli anni '90 con un tono oserei dire spiritoso ritornano a rallegrare i nostri armadi... I pois da sempre denotano bon ton e vedendoli su giacche miss e abitini ci viene subito da pensare alla Parigi e al suo outfit romantico di classe e giovanile;vengono oggi rielaborati in chiave moderna,si stravolgono toni e forme e troviamo addirittura abbinamenti di macro e micro pois che si sposano fra di loro.Passiamo in rassegna Lolite e Pin up anni '50, tanti stilisti come  Blumarine e Moschino non hanno saputo resistere al potere del punto!!!



Parliamo ora di tessuti che hanno fatto la storia... il Denim usato per coprire le merci sulle navi mercantili si è elevato tanto da diventare un caposaldo di stile.Volgarmente chiamato jeans dal 1400 ad oggi continua ad intrecciarsi con la nostra quotidianità e con quella ovviamente della moda.Un filo di jeans collega tra loro le passarelle della primavera estate 2011.Chanel e D&G, Stella Mccarteney e Dsquared;sembra che nessuno abbia voluto fare a meno di un uscita total denim.Questo all'inizio venne collocato come capo di vestiario destinato prevalentemente ad uso lavorativo.Il primo ad introdurlo nel campo della moda fu Lewis Strauss,imprenditore bavarese che negli anni '40 nel pieno della rivoluzione industriale fondò a San Francisco una società creando quello che poi diventò negli anni un icona...Sto parlando del modello 501,il basico cinque tasche che segnò l'epopea dei muratori,copiato poi dalla saga del cinema nel western movie fino a diventare il capo d'abbigliamento da ribelle grazie a personaggi come James Din  in "Gioventù bruciata",Marlon Brando e molti altri...Con i primi anni '80 e l'arrivo degli stilisti il jeans venne colorato,trattato cosi oltre al tradizionale color indico siamo arrivati fino al bianco al fango o multicolor,per non parlare dei migliaia di effetti possibili quali lavaggi in acqua,lavorazioni con la pietra pomice effetto stone washed,fino al trattamento con il cloro effetto schiarente...

Insomma che dire... ancora una volta osate creando il look che più vi appartiene!!!